Loading...
Attività clinica 2018-02-22T12:11:26+00:00

Orientamento teorico

La Dott.ssa Castellano lavora in linea con i principi della Psicoanalisi Relazione, della Psicologia Psicoanalitica del Sé e della Teoria Intersoggettiva.

Nel modello psicoanalitico relazionale, la “specificità dell’esperienza soggettiva nel rapporto terapeutico” è in primo piano nel consentire l’accesso ad una conoscenza dell’essere umano che non sarebbe possibile in altri modi (Bacal, 1998). Molti autori che si muovono all’interno di questo approccio definiscono essenzialmente la Psicoanalisi come la scienza della soggettività nella quale l’osservazione empatica o l’ottica di ascolto emozionalmente vissuto da parte del terapeuta costituisce uno strumento di indagine fondamentale (Kohut, 1959, 1977, 1982; Fosshage, 2004).

L’azione terapeutica: come definire l’essenza del cambiamento terapeutico?

Le persone hanno bisogno di sentirsi capite, rispecchiate, accettate, rispettate e convalidate nelle loro esperienze soggettive, che acquistano così gradualmente un diverso significato e che diventano soggette ad una nuova elaborazione. Il trattamento psicoanalitico facilita, inoltre, la costruzione ed il consolidamento di principi alternativi a quelli che fino a quel momento della propria vita guidavano i comportamenti, le azioni ed il pensiero, ampliando in tal modo il repertorio esperienziale del paziente. Usando le parole di due illustri autori del settore, Atwood e Stolorow, si può dire che l’essenza del cambiamento evolutivo lungo tutto l’arco della vita è costituito dalla formazione di nuovi principi organizzatori all’interno di un sistema intersoggettivo.

La capacità di vivere i propri affetti come fenomeni mentali (cioè come sentimenti) anziché soltanto come fenomeni corporei dipende dalla presenza di un contesto facilitante intersoggettivo

Stolorow, Atwood, 1992